Expo Milano 2015: le risposte a quesiti in materia fiscale

L’Agenzia delle Entrate con Circolare del 7 luglio 2015 n. 25/E fornisce ulteriori chiarimenti per i soggetti che partecipano a Expo Milano 2015, contiene infatti le risposte ai quesiti più frequenti fornite dalla scrivente, sia mediante il Desk appositamente dedicato dall’Agenzia delle entrate all’evento (Expo2015@agenziaentrate.it), sia mediante istanze di interpello, in merito a questioni attinenti alla fiscalità dei soggetti che a vario titolo partecipano ad Expo Milano 2015.
 
Dalle regole di applicazione dell’Iva ai vari obblighi contabili, passando per la rivendita dei biglietti di ingresso all’Esposizione, il documento di prassi ripercorre le risposte fornite negli ultimi mesi dall’Agenzia delle Entrate alle Frequently asked questions (Faq) dei partecipanti.
 
Indice della Circolare:
 
1. PREMESSA
2. IMPOSTA SUL VALORE AGGIUNTO (IVA)
2.1 Regime di non imponibilità IVA ex articolo 10, comma 5, dell’Accordo tra il Governo della Repubblica italiana e il BIE
2.2. Obblighi contabili e di conservazione documentale
2.3 Modalità di compilazione semplificata del “form” allegato alla Risoluzione n. 10/E del 2014
2.4 Articolo 72, comma 1, lettera c) del D.P.R. n. 633 del 1972
2.5. Royalties
2.6. Acquisti intra-UE
2.7. Obbligo di comunicazione “black list”
2.8. Sub-appalti nel settore edile – reverse charge
3. ATTIVITÀ COMMERCIALE SVOLTA DAI PARTECIPANTI – STABILE ORGANIZZAZIONE – REGIME IVA
3.1. Royalties
3.2. Enti non commerciali non residenti – Determinazione del reddito
4. COSTITUZIONE DI UNO SPECIAL PURPOSE VEHICLE (SPV)
5. SOSTITUTO D’IMPOSTA
6. PERSONALE DEI PARTECIPANTI
7. BIGLIETTI EXPO – RIVENDITA
Allegati:

Lascia un commento