Assegni familiari e ammortizzatori sociali

Bonus 550 euro dipendenti part time: si può fare domanda fino al 30.11

Si puo finalmente fare domanda per il bonus da 550 euro per il sostegno ai lavoratori con rapporti part time ciclici verticali  nel 2021  introdotto  con  la conversione del Decreto Aiuti n. 50 2022, (legge 91 2022).

A piu di due mesi dall'annuncio dato con il messaggio 3097 del 5 agosto, ieri sera l'INPS ha messo a disposizione la piattaforma telematica per le richieste con le istruzioni operative  nella circolare  115-2022.  La scadenza è fissata al 30 novembre 2022.

Prima di vedere le istruzioni  operative  rivediamo gli aspetti principali della misura.

Part time verticale: le novità 2022

Il contratto di lavoro a part time ciclico verticale (o multi-periodale) ha la caratteristica di una prestazione lavorativa  articolata su alcuni giorni del mese o su alcuni mesi dell'anno  (cioè i lavoratori prestano servizio in alcuni giorni a tempo pieno e mentre in altri  non lavorano affatto).

L'istituzione del Fondo per il sostegno di questi lavoratori  costituisce una  risposta per i periodi  di  sospensione -interruzione dal lavoro ( con relativa, prolungata mancanza di retribuzione) 

Vale la pena ricordare anche  che la legge di bilancio 2021 ha previsto per questa categoria il riconoscimento pieno dei periodi lavorati ai fini previdenziali, dopo che il diritto è stato  sancito da una sentenza della Corte Europea.  Ora è possibile  conteggiare  tutte le  settimane coperte dal contratto di lavoro,  malgrado non sempre siano operative  a causa della ciclicità della prestazione.

Nel 2023 questo bonus  per i lavoratori in part time verticale potrebbe anche  essere replicato identico o modificato in relazione ai riscontri raccolti quest'anno, aveva dichiarato  il ministro Orlando, che aveva aggiunto che si stavano studiando anche altre  soluzioni  complessive e  piu stabili.

Bonus 550 euro:  come e a  chi spetta 

L’art. 2 bis inserito in sede di conversione in legge del Decreto Aiuti n. 50 2022, prevede l’erogazione di una indennità Una Tantum di importo pari a 550 euro, per l’anno 2022,  ai lavoratori dipendenti di aziende private  con i seguenti requisiti:

  •  titolari di contratto di lavoro a tempo parziale ciclico verticale nell’anno 2021 che prevedesse:
  •  periodi non interamente lavorati di almeno un mese in via continuativa, e complessivamente,  non inferiori a sette settimane e non superiori a venti settimane
  • alla data della domanda, non titolari di altro rapporto di lavoro dipendente ovvero 
  • non  percettori della Nuova prestazione di Assicurazione Sociale per l’Impiego (NASpI)  ( sul punto la nuova circolare precisa che l lavoratore è da intendersi percettore di NASpI anche nella ipotesi in cui – alla data di presentazione della domanda di indennità una tantum – sia titolare della prestazione NASpI ma questa è stata sospesa a seguito di rioccupazione con rapporto di lavoro a tempo determinato di durata pari o inferiore a sei mesi.
  • né  di un trattamento pensionistico;
  • il bonus è cumulabile con l'assegno di invalidità

L’indennità:

    può essere riconosciuta solo una volta a ciascun lavoratore 

    non concorre alla formazione del reddito 

    è erogata dall’INPS che provvede anche al monitoraggio del limite di spesa.

Il bonus  è cumul

Bonus 550 euro: come fare domanda

L'istituto precisa che i lavoratori sopra richiamati non  devono essere titolari, alla data di presentazione della domanda, di un altro rapporto di lavoro dipendente diverso da quello a tempo parziale ciclico verticale e non siano altresì percettori di indennità di disoccupazione NASpI o di un trattamento pensionistico.

l’Istituto eroghi detta indennità una tantum nel limite di spesa complessivo di 30 milioni di euro per l’anno 2022.

I lavoratori interessati, al fine di ricevere l’indennità una tantum, dovranno presentare domanda all’INPS, entro la data del 30 novembre 2022, esclusivamente in via telematica,  accedendo alla sezione “Punto d’accesso alle prestazioni non pensionistiche” , sul sito  www.inps.it, seguendo il percorso :

“Prestazioni e servizi” > “Servizi” > “Punto d’accesso alle prestazioni non pensionistiche” 

e selezionando la prestazione “Indennità una tantum per i lavoratori a tempo parziale ciclico verticale”.

Una volta presentata la domanda, sarà possibile visionare e scaricare le ricevute e i documenti prodotti dal sistema, monitorare lo stato di lavorazione della domanda e aggiornare le informazioni relative alle modalità di pagamento ove necessario.

Le credenziali di accesso ai servizi per la presentazione delle domande dell’indennità sopra descritta sono le seguenti:

• SPID di livello 2 o superiore;

• Carta di identità elettronica 3.0 (CIE);

• Carta nazionale dei servizi (CNS).

In alternativa al portale web, l’indennità una tantum può essere richiesta:

  1.  tramite il servizio di Contact Center Multicanale, telefonando al numero verde 803 164 da rete fissa (gratuitamente) oppure al numero 06 164164 da rete mobile (a pagamento, in base alla tariffa applicata dai diversi gestori) oppure 
  2. attraverso gli Istituti di Patronato, utilizzando i servizi offerti dagli stessi.