Certificazione Unica

Certificazione Unica 2022: come indicare le agevolazioni agli impatriati

La Certificazione Unica da inviare entro il prossimo 16 marzo 2022 deve indicare anche i dati relativi  alla eventuale utilizzo nel 2021 per  il lavoratore interessato, del 

  1. regime agevolato per docenti e ricercatori di cui all’art. 44 del DL 78/2010 cd rientro dei cervelli e del
  2. regime agevolato "impatriati" di cui all’art. 16 del D.Lgs. 147/2015.

Vediamo i codici e i dati da riportare in dettaglio, come illustrati nelle istruzioni  dell'Agenzia.

Qui il modello 2022

Lavoratori dipendenti

REGIME ART 44 DL 78 2010 ( le istruzioni richiamano lart 17 DL 185-2008)

Nella parte dedicata ai Redditi di lavoro dipendente, sezione “Altri dati"   vanno riportati 

  • nel punto 462 il codice “2”, 
  • nel punto 463 gli importi esclusi dall'imponibile  (cioè 90% del reddito corrisposto al lavoratore).

Nel caso in cui non sia stato effettuato l'abbattimento dell'imponibile  va indicato nelle annotazioni  il codice BC per consentire la fruizione della dichiarazione dei redditi 

REGIME AGEVOLATO ART 16 D.Lgs 147 2015

Le istruzioni distinguono le annualità e i diversi casi previsti dall'evoluzione normativa

1 – per i lavoratori rientrati in Italia dal 2017 e fino al 29 aprile 2019 si indica :

  • nel punto 462 il codice “4”
  • nel punto 463 il 50% dell’ammontare corrisposto

 2 – per i lavoratori soggetti alle modifiche apportate dall’art. 5 del DL 34/2019, rientrati in Italia dal 30 aprile 2019

  • nel punto 462  il codice “6”, 
  •  punto 463 : il 70% dell’ammontare corrisposto;

3 – per i soggetti che trasferiscono la residenza nel Mezzogiorno (art. 16 comma 5-bis del DLgs. 147/2015) vanno indicati:

  • nel punto 462 il codice “8”,
  •  nel punto 463 il 90% dell’ammontare corrisposto;

4 – per  gli sportivi professionisti (art. 16 comma 5-quater del DLgs. 147/2015), vanno indicati :

  • nel punto 462 il codice “9” 
  • nel punto 463 il 50% dell’ammontare corrisposto.

Anche in questo caso se il datore di lavoro non ha applicato l'agevolazione dovra indicare nelle annotazioni  i codici (nell'ordine)

“BD”, “CQ”, “CR” e “CS” per consentire la fruizione in sede di dichiarazione dei redditi.

Per quanto riguarda i casi collegati alla proroga del regime dei c.d. vecchi impatriati per i quali il  DL 34/2019 ha ampliat le aliquote di non imponibilità si devono indicare:

  1. nel punto 462 i codici “13” in presenza di figli minorenni e “14” nel caso di acquisto di immobile  residenziale in italia
  2.  nel punto 463 la somma esclusa dal reddito imponibile;

 in caso di mancata applicazione i codici  da riportare nelle annotazioni sono “CT” e “CU”

Lavoratori autonomi 

Per i lavoratori autonomi  nella  parte del modello “Certificazione lavoro autonomo, provvigioni e redditi diversi”, sezione “Dati fiscali” vanno indicati:

  • nel punto 4 “Ammontare lordo corrisposto”, le somme  complessivamente corrisposte al lavoratore al netto eventualmente dell'IVA
  • nel punto 7 “Altre somme non soggette a ritenuta”,   SOLO l'importo non imponibile 
  • nel  punto 6  uno dei vodici  sopra indicati come  per  lavoratori dipendenti.