Rubrica del lavoro

Comunicazione lavoratori somministrati 2022 entro il 31 gennaio

Scade il 31 gennaio 2023 il termine per la consueta comunicazione annuale obbligatoria  a RSA o RSU per le aziende che hanno utilizzato, dal 1° gennaio 2022 al 31 dicembre 2022 lavoratori in somministrazione,  a norma del d.lgs. 81/2015

In mancanza di rappresentanze aziendale la comunicazione va inviata agli organismi territoriali di categoria delle associazioni sindacali comparativamente più rappresentative sul piano nazionale. 

Si ricorda che in caso di mancato o non corretto assolvimento dell’obbligo di comunicazione dei dati, l’art. 40 del d.lgs. 81/2015 prevede l’applicazione di una sanzione amministrativa pecuniaria da 250 a 1.250 euro.

Vediamo di seguito ulteriori dettagli su come effettuare l'adempimento.

Comunicazione obbligatoria somministrati come fare

La comunicazione obbligatoria può essere effettuata:

  • tramite pec (posta certificata);
  • raccomandata A/R;
  • consegna a mano.

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali (nota del 3 luglio 2012, prot. n. 37/12187) ha fissato  il termine dell'adempimento al 31 gennaio di ogni anno  ma ha anche precisato che i CCNL possono stabilire termini diversi  per i quali valgono le stesse sanzioni in caso di inadempienza

La comunicazione deve contenere:

  • il numero dei contratti di somministrazione di lavoro conclusi, 
  • la durata  dei contratti stessi 
  •  il numero e la qualifica dei lavoratori interessati, NON i nominativi.