Agricoltura

Esonero filiere agricole: regolarizzazione prorogata al 6 maggio

Nel messaggio 1480 2022 l'INPS aveva fornito chiarimenti  sugli  sgravi contributivi previsti dai vari decreti emergenziali contro il COVID nel 2020 e 2021 in particolare:  

  1. sull'esonero di tre mesi novembre 2020- gennaio 2021  per tutto il settore, previsto dal DL 137 2020  
  2. e su quello per le filiere agrituristiche e vitivinicole che riguarda anche febbraio 2021 (DL 73 2021). 

Con il messaggio  n. 1712 di ieri 20 aprile l'istituto corregge il messaggio precedente e comunica una proroga della scadenza inizialmente fissata per il 27 aprile per il versamento delle eccedenze rispetto allo sgravio  che interessa le mprese appartenenti alle filiere agricole, della pesca e dell'acquacoltura, comprese le aziende produttrici di vino e birra, per i mesi di novembre 2020, dicembre 2020 e gennaio 2021.

Per le difficolta espresse dalle imprese a rispettare il termine a ridosse delle festività pasquali e del 25 aprile che incide su due rate per i datori di lavoro agricoli e su tre rate per i lavoratori autonomi in agricoltura.  il termine di scadenza del 27 aprile 2022 è differito al 6 maggio 2022. 

Viene anche specificato che  qualora l’interessato intenda regolarizzare mediante rateazione le partite debitorie notificate la domanda  dovrà comprendere anche la contribuzione eccedente l'esonero, per rispondere alle condizioni che il “Regolamento di disciplina delle rateazioni dei debiti contributivi in fase amministrativa” prevede in tema di concessione della rateazione.

Inoltre se  alla data del 6 maggio 2022, il contribuente intenda regolarizzare  in modalità rateale e abbia in corso una rateazione principale, potrà accedere a una nuova rateazione, solo  una volta estinta anticipatamente la rateazione principale . In alternativa, l’interessato potrà richiedere l’estinzione del debito riferito alla contribuzione eccedente l'esonero mediante una domanda integrativa della rateazione principale che potrà essere concessa per un numero di rate pari a quello delle rate accordate e non ancora scadute della rateazione principale[ii].

Le altre  indicazioni del messaggio 1480 , che restano confermate, erano le seguenti :

  • Per i lavoratori autonomi in agricoltura in data 28 marzo 2022 sono stati resi disponibili nei canali di “Comunicazione bidirezionale” gli esiti delle domande e l’importo dell’esonero autorizzato;   le domande relative ai titolari della posizione contributiva deceduti sono state respinte. Gli eredi del titolare potranno presentare istanza entro 30 giorni dalla  pubblicazione del  messaggio ( 5 MAGGIO 2022)  alla Struttura territoriale Inps a mezzo PEC con oggetto: “Domanda di esonero articoli 16 e 16-bis del DL 137/2020 – eredi del Sig. ( nome e cognome del soggetto deceduto) – codice fiscale (Cpdice fiscale del soggetto deceduto) con gli allegati indicati nel messaggio.
  • Per  datori di lavoro agricolo che accedono anche  all’esonero di cui all’articolo 70 del decreto-legge 25 maggio 2021, n. 73 , in attesa delle presentazione o definizione delle istanze prevista dal 4 aprile al 4 maggio 2022   è differita la scadenza (16 settembre 2021) del versamento del primo trimestre 2021 
  • è differita la scadenza delle somme di competenza dell’anno 2021 richieste con la prima rata dell’emissione 2021 (scadenza 16 luglio 2021)
  • In entrambi i casi sopracitati  il pagamento relativo alla contribuzione esclusa dall’esonero (cfr. la circolare n. 131/2021, paragrafo 3, e il messaggio n. 3774/2021) potrà essere effettuato in unica soluzione, senza aggravio di sanzioni, ovvero , mediante rateazione  entro il 27 aprile 2022  e  saranno dovuti i soli interessi di dilazione sulla rateazione richiesta 
  • Per l'esposizione nel flusso Uniemens del recupero dell’esonero spettante per  novembre e dicembre 2020 nonché gennaio 2021, i datori di lavoro idovranno valorizzare all’interno dell’elemento <CausaleACredito> di <AltrePartiteACredito> di <DenunciaAziendale> il codice causale “L548”, istituito con la circolare n. 131/2021, entro la denuncia di competenza del mese di giugno 2022.