Rubrica del lavoro

Formazione metalmeccanici: adesione a METapprendo fino al 31 dicembre

Lo scorso ottobre è stata presentata presso il CNEL la nuova iniziativa  realizzata da Federmeccanica FIOM , FIM CISL e UILM per l'attuazione del diritto alla formazione continua dei lavoratori delle aziende metalmeccaniche e meccatroniche  “Servizi per la formazione”,  come previsto dal Contratto nazionale del 5.2.2021. 

 L’obiettivo è quello di aiutare le aziende ad organizzare e registrare la formazione per tutti i lavoratori,  in modo accessibile, tracciato e flessibile. Per consentire l’attuazione   era stata costituita  fra le parti una  Associazione non riconosciuta senza scopo di lucro, denominata “MetApprendo”  a cui le aziende dovranno registrarsi  e successivamente versare il contributo una tantum, pari a 1,50 euro per dipendente. Il termine era stato inizialmente fissato al 15 ottobre 2021.

Proroga adesioni  Metapprendo al 31.12.2021

E' stato raggiunto un accordo tra le parti lo scorso 11 novembre  per  una proroga del termine del 15 ottobre al 31 dicembre 2021 per consentire alle aziende in ritardo con il versamento di iscriversi a MetApprendo. La campagna di adesione infatti non si considera conclusa: hanno aderito  finora circa un terzo delle aziende, pari a 2/3 degli occupati.  

Si ricorda che le aziende costituite dopo il 31/12/2020 ed entro il 31/12/2021 potranno iscriversi calcolando il contributo sulla base del personale in forza al momento della registrazione.

Il versamento dell’una tantum costituisce un adempimento contrattuale ed è obbligatorio per tutte le aziende che applicano il CCNL indipendentemente dalla fruizione dei servizi.

Il calcolo del contributo per la formazione dei metalmeccanici 

 Per  calcolare l’ammontare complessivo del contributo da versare deve essere considerato il personale in forza al 31 dicembre 2020; pertanto, il contributo di 1,50 euro è dovuto per ogni lavoratore che risulti dipendente dell’azienda a quella data, a prescindere dalla tipologia del rapporto di lavoro, ivi compresi, quindi, i lavoratori con contratto di lavoro a termine, a part-time, gli apprendisti, i lavoratori con altre forme contrattuali di rapporto di lavoro subordinato nonché i dirigenti. I suddetti dipendenti vanno comunque conteggiati anche se alla data del 31 dicembre 2020 non risultassero in effettivo servizio perché, ad esempio, in CIG, aspettativa, ecc.. 

Rimangono naturalmente esclusi, in quanto non dipendenti dell’azienda, i lavoratori in somministrazione sia a tempo determinato che a tempo indeterminato. Anche al fine di rendere più agevoli le operazioni per il calcolo e il versamento dell’importo dovuto, le aziende devono collegarsi al sito www.metapprendo.it ed effettuare la propria registrazione. In base al numero dei dipendenti indicato  la piattaforma genererà automaticamente un MAV attraverso il quale effettuare il pagamento. Gli importi versati non sono imponibili ai fini fiscali e contributivi.

Sul sito è  presente  un manuale di istruzioni e sarà attivo un servizio di help desk (dal lunedì al venerdì, dalle ore 9:00 alle ore 14:00). Con il versamento del contributo, l’azienda diventa socia di “MetApprendo”, avendo così la possibilità di fruire dei servizi messi a disposizione. 

Metapprendo: come funziona, cosa offre

Al momento della registrazione su www.metapprendo.it, ciascuna azienda è chiamata ad indicare un rappresentante aziendale – scegliendo tra le candidature riportate – quale membro dell’Assemblea dei soci composta da 6 delegati in rappresentanza delle Organizzazioni sindacali e 6 in rappresentanza delle Associazioni datoriali e delle aziende. Sarà possibile esprimere la propria preferenza tramite voto entro il 31 dicembre 2021.

 Il contributo versato a “MetApprendo” verrà utilizzato per la messa in atto del portale dedicato ai “Servizi per la Formazione”. Tale portale verrà incrementato nel tempo e partirà dalla implementazione dei servizi individuati come prioritari a seguito di confronti e indagini a campione con aziende e Associazioni territoriali.

Le aziende  e i loro dipendenti , avranno la possibilità di accedere all’area riservata che conterrà diversi strumenti utili ad organizzare la formazione: 

  • potranno registrare mediante tecnologia Blockchain tutta la formazione fatta; 
  • i lavoratori potranno avere a disposizione un proprio “Dossier digitale”, un documento iche racconta la storia e il percorso formativo  professionale effettuato; 
  • potranno fruire di pillole formative su competenze trasversali, tecniche di base, linguistiche o digitali.