Lavoro Occasionale

Lavoro occasionale agricoltura: UNILAV aggiornato

Il Ministero del lavoro  ha emanato il 20 gennaio una nota con  cui comunica  l'aggiornamento del modello UNILAV   resosi necessario per adeguarlo alla nuova normativa sul contratto di lavoro occasionale in agricoltura, prevista dalla legge 197 2022 – legge di bilancio 2023 . 

Ricordiamo che si tratta di un regime sperimentale in vigore per il biennio 2023-2024 che consente alle imprese agricole il ricorso alle prestazioni occasionali a tempo determinato :

  •  per le attività di natura stagionale
  •   con  durata non superiore a 45 giornate annue per singolo lavoratore, 
  • rese da alcune categorie di soggetti che, a eccezione dei pensionati, non abbiano avuto un ordinario rapporto di lavoro subordinato in agricoltura nei tre anni precedenti all'instaurazione del rapporto.

I soggetti ammessi sono in particolare:

  1. Percettori del Reddito di cittadinanza o di ammortizzatori sociali;
  2.  Pensionati di vecchiaia o di anzianità;
  3. Giovani  under  25  iscritti a un ciclo di studi presso un istituto scolastico di qualsiasi ordine e grado, per periodi di lavoro  compatibili con gli impegni scolastici oppure  per  qualunque periodo dell’anno se iscritti all’università;
  4. Detenuti o internati, ammessi al lavoro esterno

Nuovo codice modello UNILAV

Per le comunicazioni del settore agricolo nel modello UNILAV   è stato aggiunto  nella tabella contratti il codice H.03.03 Prestazione agricola di lavoro subordinato occasionale a tempo determinato

I datori di lavoro agricolo dovranno quindi selezionare  tale  codice per comunicare l'instaurazione, la modifica o la cessazione del rapporto di lavoro come introdotto dalla citata Legge di Bilancio.